Scuola di libertà a Montorio

Anche quest’anno la Conferenza Nazionale Volontariato Giustizia ha proposto alle scuole una giornata (“A scuola di libertà”) di approfondimento sui temi della giustizia, della pena e del carcere. Ha preparato materiali informativi, un giornale e un DVD, incentrati prevalentemente sui tanti aspetti delle relazioni affettive che coinvolgono le persone detenute.

Come in molte altre città, a Verona hanno aderito varie scuole e i nostri volontari portano testimonianze ed esperienze nelle classi. I ragazzi hanno l’occasione di confrontarsi, spesso per la prima volta, con pregiudizi radicati e di valutare la realtà del carcere rispetto alla sua efficacia nel generare percorsi di cambiamento e reinserimento sociale.

Ma anche a Montorio sono in funzione scuole di diverso genere e livello, interessate a partecipare all’iniziativa e a ragionare, con indiscutibile competenza, sugli affetti. Si propone quindi un dibattito tra gli studenti iscritti a queste attività:

Liceo giuridico-economico
 Università
 Scuola alberghiera
 Progetto microcosmo
 Scuola media

L’incontro si terrà il 9 dicembre alle ore 16.00, nella biblioteca.

Il tema dell’incontro sarà: Il diritto agli affetti delle persone private della libertà personale.

A tutti i partecipanti è stata distribuita copia del giornale “Ristretti Orizzonti”, che tratta di questo tema. Gli studenti sono invitati a riflettere sui contenuti del giornale ed a comunicare le loro riflessioni sull’argomento. Verranno poi proiettate alcune testimonianze di familiari di detenuti.
Seguirà un dibattito a cui sono invitati a partecipare i detenuti studenti e i docenti presenti.

L’incontro si concluderà alle ore 17.30.


Pubblicato

in

da

Tag: