Altrimenti ce ne andiamo

I sindacati della polizia penitenziaria scrivono al Provveditore regionale per denunciare ancora una volta la “mal gestione” da parte della Direzione della Casa circondariale di Verona. Vanno giù pesantissimi nel rilevare che dal suo insediamento (nel 2012), mentre i detenuti sono quasi dimezzati, gli eventi critici sono triplicati. Il seguito della lettera è infarcito di espressioni come “assoluta incapacità”, “disprezzo”, “inasprimento”, “gestione poco chiara se non addirittura faziosa”.

Al punto che parte del personale ha già presentato istanza di trasferimento in sedi vicine, mentre si prevede che, se non interverranno cambiamenti, l’esasperazione porterà molti altri a chiedere anche sedi lontane, pur di andarsene.

I sindacati chiederanno quindi un incontro sia ai vertici del Dipartimento, sia al Prefetto.

3-10-15 – L’Arena: “Scarsa sicurezza e attriti: in carcere stato di agitazione”


Pubblicato

in

da

Tag: