A SCUOLA DI LIBERTA’

Progetto “A scuola di libertà”

Carcere e scuole: Educazione alla legalità

promosso dall’Associazione Granello di senape Padova – Ristretti Orizzonti
e dalla Conferenza Nazionale Volontariato Giustizia

Prossimi appuntamenti A scuola di libertà 2023

Gentili tutti, mando i link dei prossimi appuntamenti online del progetto “A scuola di libertà”. È necessario registrarsi ai link indicati qui sotto. Ricordo che il prossimo appuntamento di formazione, il 23 marzo ore 17, è con due criminologi, Adolfo Ceretti e Lorenzo Natali. Adolfo Ceretti è uno dei massimi esperti di giustizia riparativa, ha guidato la commissione che ha di recente prodotto il testo di decreto legislativo recante la disciplina organica della giustizia riparativa, poi approvato

Grazie dell’attenzione

Ornella Favero

Prossimi incontri del progetto A scuola di libertà

23 marzo 2023, dalle 17 alle 18.30

Adolfo Ceretti e Lorenzo Natali, criminologi, presentano il loro ultimo libro Io volevo ucciderla. Per una criminologia dell’incontro”.

Adolfo Ceretti è professore ordinario di Criminologia, Università di Milano-Bicocca, e Coordinatore Scientifico dell’Ufficio per la Mediazione Penale di Milano. È stato responsabile della Commissione ministeriale, che ha elanborato la legge sulla Giustizia riparativa. 

Lorenzo Natali è professore associato di criminologia presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Iscriviti in anticipo per questa riunione:

https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZ0ocO2oqTktG9OPJllYvDZ3ZxQvhU8LF_eR

Dopo l’iscrizione, riceverai un’email di conferma con le informazioni necessarie per entrare nella riunione. 

4 aprile 2023, dalle 11 alle 13

Silvia Giralucci, figlia di una vittima del terrorismo, e Suela Muca, figlia di una persona che è stata detenuta per anni, dialogano e raccontano il loro incontro e il riconoscimento di una comune sofferenza, quella di essere tutte e due cresciute senza un padre

Silvia Giralucci, a cui nel 1974 a Padova, quando lei aveva tre anni, le Brigate Rosse hanno ucciso il padre, di sé dice “Credo che se negli anni sono riuscita a diventare una vittima non rancorosa e non arrabbiataquesto lo devo agli incontri che ho fatto in carcere, alla forma di mediazione indiretta che è stato per me frequentare i convegni e la redazione di Ristretti”.

Il suo primo libro, L’inferno sono gli altri, è un viaggio personale alla ricerca del padre nella memoria divisa degli anni Settanta. È autrice e co-regista del film, Sfiorando il muro.

Iscriviti in anticipo per questa riunione:

https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZwpdu-grD8jHtFdp3aGNVRcCspUBbl8-JOx

Dopo l’iscrizione, riceverai un’email di conferma con le informazioni necessarie per entrare nella riunione.


Pubblicato

in

,

da

Tag: