“Trentaquattresimo suicidio in carcere in trentatré settimane”

Il garante nazionale per le persone private della libertà personale Mauro Palma, vista la situazione sempre più grave delle carceri per quanto riguarda la qualità della vita all’interno dei nostri vetusti istituti penitenziari, e visto anche l’aumento dei suicidi in carcere, ha emesso un comunicato (che trovate qui sotto).
Quando una persona si suicida sotto la custodia dello stato, al di la delle responsabilità individuali, se ci sono, è un fallimento come collettività.


Pubblicato

in

,

da

Tag: