Beppe Grillo, il comico che ha sempre “la verità” in tasca, stavolta forse ne ha centrata una. Come da sempre le associazioni di volontariato che operano nel campo delle pene, asseriscono con dati alla mano, che il carcere, così com’è concepito, serve a poco.

Serve soprattutto una politica di “rieducativa” complessiva che punti in gran parte sulle misure di comunità. Che lo abbia detto anche Grillo, in aperto contrasto con quanto sta dicendo il governo “del cambiamento”, la dice lunga su cosa sta succedendo all’interno del movimento M5S. Comunque un grande benvenuto da parte di chi questa tesi la sostiene da tempo.

Qui sotto l’articolo del Corriere di ieri a firma di Paola di Caro.

Beppe Grillo abolisce le carceri tortura senza senso stop al business

 

Print Friendly, PDF & Email