Come ogni anno l’ultimo lunedì prima di Natale i soci, gli amici, i familiari della Fraternità si sono ritrovati a S. Zenetto per una veglia di preghiera e riflessione.

Quest’anno sul tema “Nasce una giustizia che rende giusti” suor Grazia Papola ha proposto un commento al brano 9,1-6 del profeta Isaia e all’episodio di Zaccheo nel vangelo di Luca (19,1-10).

Si possono leggere i brani, nello schema di svolgimento della veglia, cliccando qui.

Si può anche leggere una bozza della meditazione proposta da suor Grazia, cliccando qui.

Proprio all’episodio di Zaccheo era dedicato un capitolo del libro “Il carcere del pane azzimo”, curato dalla Fraternità nel 2000 ed ora esaurito, ma ottenibile in prestito dalla biblioteca della Fraternità. Leggi qui il capitolo su Zaccheo.

In piena sintonia con il senso del “rendere giusti” è anche il racconto di S. Francesco e il lupo di Gubbio, che si può leggere cliccando qui.

E combinazione vuole che proprio lo stesso giorno della veglia sia stato diffuso un testo di Carmelo Musumeci, ergastolano in semilibertà, che risponde in modo efficacissimo alla domanda: “cosa ti ha aiutato sulla via del renderti più giusto?”. Ecco il testo, di cui raccomandiamo la lettura.

Print Friendly