Giovedì 13 febbraio si è svolto il terzo incontro del ciclo “21 Marzo: La Memoria che fa Primavera”.

È stato un incontro diverso rispetto ai precedenti, un incontro fatto di poesia e di musica per non rimanere indifferenti alle mafie di oggi.

Il titolo, “Politicar-poetando contro tutte le mafie: reading con musica e immagini a cura di liberi lettori”, è già eloquente.

Attraverso la recitazione di poesie accompagnate da una chitarra sono stati toccati temi attuali ricordando la storia delle principali famiglie mafiose italiane e le vittime coinvolte.

Riportiamo una delle poesie recitate durante l’incontro:

 

Rima della rabbia giusta

 

Tu dici che la rabbia che ha ragione

È rabbia giusta e si chiama indignazione

Guardi il telegiornale

Ti arrabbi contro tutta quelle gente

Ma poi cambi canale e non fai niente

Io la mia rabbia giusta

Voglio tenerla in cuore

Io voglio coltivarla come un fiore

Vedere come cresce

Cosa ne esce

Cosa fiorisce quando arriva la stagione

Vedere se diventa indignazione

E se diventa, voglio tenerla tesa

Come un’offesa

Come una brace che resta accesa in fondo

E non cambia canale

Cambia il mondo.

 

Bruno Tognolini

Print Friendly, PDF & Email