643 persone, tra studenti e insegnanti di 36 scuole, hanno partecipato alla venticinquesima edizione del progetto “Carcere e scuola”.

Oltre alle visite, quest’anno più prolungate, nel carcere di Montorio, si sono svolti nelle scuole corsi di educazione alla legalità, anche con la partecipazione di detenuti in permesso.

All’iniziativa hanno collaborato magistrati, avvocati, cappellani, volontari e altri.

Un effetto dei progetti degli anni passati prosegue ancora. Una studentessa (allora) che anni fa è entrata in carcere per una partita di pallavolo al femminile, secondo l’impostazione di “Carcere e scuola”, ora è tornata nella stessa sezione per insegnare danza alle detenute durante il mese di luglio.

8-7-13 – L’Arena: “Studenti in stage con i reclusi”

15-7-13 – L’Arena: “Le vacanze in carcere di Anna insegnando hip hop alle recluse”

Print Friendly, PDF & Email