Martedì 5 febbraio si è tenuta nel Vescovado della Diocesi di Verona la cerimonia di sigla del protocollo Citt.Imm, che verrà rinnovato per un altro triennio. I 14 partner (associazioni di volontariato tra le quali La Fraternità, diocesi, comuni, istituzioni) hanno colto l’occasione per condividere i risultati e le prospettive future.

La rete Cittadini Immigrati coinvolge varie realtà della provincia in un progetto atto a facilitare l’ingesso legale sul territorio italiano delle persone straniere e a contribuire allo sviluppo di politiche di integrazione.

Il corretto orientamento nelle complicate normative di ingresso e di permanenza in Italia è un ostacolo alla facile via dell’illegalità e del reato. Un uomo o una donna che vengono accolti ed aiutati, a cui vengono spiegati i propri diritti e doveri, vengono allo stesso tempo allontanati dalla strada, dall’alcol e dalla droga.

Concretamente Citt.Imm organizza corsi di formazione, promuove eventi di sensibilizzazione e lavora sul campo attraverso degli sportelli. Ne sono attualmente attivi tre: uno nella sede della Provincia a Verona, uno a Castelnuovo del Garda, uno a Colognola ai Colli. E’ significativo il numero delle utenze: da gennaio 2010 a giugno 2012 le persone che si sono rivolte agli operatori per ricevere informazioni di vario genere (la percentuale maggiore riguarda le richieste di compilazione dei kit di rinnovo del permesso di soggiorno) sono 4461.

Molti gli obbiettivi che la rete si è posta per il prossimo futuro, tra i quali il promuovere il confronto su temi ancora critici (rifugiati politici, stranieri di seconda generazione, comunicazione interculturale) e l’estendere il partenariato della rete in modo da creare sinergie sempre più efficaci con le istituzioni del territorio veronese.

6-2-13 – L’Arena: “Immigrati, l’integrazione si fa con l’istruzione sui diritti”

Leggi la Relazione Citt.Imm 2012

Print Friendly, PDF & Email