“COME UNICA RISPOSTA, IL CARCERE!”: con questo titolo provocatorio il gruppo di educazione permanente “Spazio aperto” ha incontrato il 27 aprile, nella parrocchia del Beato Andrea di Peschiera del Garda, una rappresentanza della Fraternità costituita dal presidente Francesco Sollazzo, da Fra’ Beppe, dalle volontarie Francesca e Lina oltre che dalla giornalista dell’Arena Giuditta Bolognesi quale moderatrice della tavola rotonda.

L’incontro ha avuto grande riscontro di pubblico sia di Peschiera che dei paesi limitrofi, a dimostrazione che il problema-carcere è entrato non solo nelle pagine dei giornali, bensì nelle domande e nell’attesa di risposte del cittadino comune, anche se spesso con atteggiamenti prevenuti e contradditori.

Gli organizzatori si aspettavano contestazioni o perlomeno rilievi oppositivi contro aperture sociali nei confronti dei detenuti, invece la lucida ed esauriente chiarezza di Francesco, i competenti e sentiti interventi di Lina e Francesca, e specialmente il discorso-fiume caloroso ed accorato di frà Beppe hanno totalmente coinvolto i presenti che al termine hanno risposto generosamente anche in termini concreti di offerte e prodotti igienici.

A nome di “Spazio aperto” ed in particolare del dirigente scolastico Francesco Casali, responsabile del gruppo e promotore instancabile di tale iniziativa (che ha raccolto con coraggio una mia timida proposta iniziale, date le resistenze presenti nell’ambiente locale), ringrazio di cuore frà Beppe, i volontari intervenuti e l’associazione intera per l’opera di promozione personale e sociale che sta realizzando all’interno e all’esterno del carcere.

Paola Pozzetti

Consulta il fascicolo preparato per l’incontro

Print Friendly, PDF & Email