In ritardo di parecchi mesi, recuperiamo un’informazione di cui è importante tener conto. La Fraternità ha reso disponibile per le iniziative di sensibilizzazione sulla pena la fedele ricostruzione di una cella di Montorio in grandezza naturale, compresi gli arredi interni (con i due letti a castello per 4 posti in meno di 12 metri quadrati). Tra i numerosi altri richiedenti, anche Ferrara ha potuto tenere per alcuni giorni la “cella in piazza”, visibile e aperta alle scolaresche e al pubblico.

Come anche questi articoli spiegano bene, per i molti visitatori si è trattato di una forte esperienza educativa che li ha costretti quanto meno ad interrogarsi sull’umanità, la coerenza, l’efficacia riabilitativa delle condizioni di detenzione.

10 ottobre 2011 – Ristretti Orizzonti: “Ferrara: l’esperienza della ‘cella in piazza’ è giunta al termine”

 

Print Friendly, PDF & Email