“Il loro Natale” è girato a Napoli, ma rappresenta la condizione comune di tante “vittime innocenti”, di tanti familiari, soprattutto tante donne costrette a subire la carcerazione di un congiunto come un sovraccarico di sacrifici, responsabilità, povertà.

La casa di produzione ce ne ha gentilmente inviato una copia. E con sorpresa, accanto alla situazione di Poggioreale, anzi del marciapiede davanti a Poggioreale, luogo di interminabile attesa e persone accalcate già dalla notte precedente il colloquio, abbiamo ancora una volta sentito parlare di Montorio, di un suicidio di cui ci siamo più volte occupati (per ultimo: http://www.lafraternita.it/content/view/733/68/) perché ci è sembrata strana la sua archiviazione come “imprevedibile”.
Racconta la sua emozione, intensa, composta, dignitosa, la mamma del detenuto suicida, napoletano che faceva il pizzaiolo a Villafranca, accusato di omicidio.

La copia in DVD del film è disponibile in visione in sede della Fraternità. Condividiamo lo scopo del regista Gaetano Di Vaio, e della casa di produzione, di promuovere ovunque possibile l’informazione e la consapevolezza su queste povertà nascoste, su questi tragici effetti collaterali della carcerazione, ma anche sulle solidarietà e i piccoli eroismi senza voce e senza cronaca.

Il regista può essere invitato a presentare e discutere il film, pensiamo soprattutto al di fuori della nostra cerchia dei soliti che già di queste cose si occupano, quindi in cineforum, associazioni civiche ed ecclesiali, ambiti interessati ai temi delle povertà e della condizione delle donne.

Vedi una scheda di presentazione del film.

Print Friendly, PDF & Email