Da molti anni ormai La Fraternità organizza un corso di pittura (e di altre espressioni artistiche) nel carcere di Montorio. I quadri realizzati dai detenuti sono poi esposti durante la settimana di "Tramurales" e in altre occasioni.

Abbiamo chiesto a Claudio Caldana, noto artista e insegnante del corso negli ultimi anni, una testimonianza sulla sua esperienza. Che cosa, oltre ad insegnare, ha imparato, e con quali emozioni.

Ci ha risposto nei due modi, nei due linguaggi che solo un artista può permettersi di adoperare: con le parole e con i quadri che lui stesso ha realizzato per raccontare e depositare quello che sta vivendo nel rapporto col carcere e soprattutto con le persone detenute.

Vedi dunque la testimonianza scritta di Claudio Caldana.

E vedi una selezione dei suoi molti quadri che raccontano il carcere.

Print Friendly, PDF & Email