Una giustizia che ripara, per far emergere la verità, come hanno cercato di attuare in Sudafrica. E come non si è ancora riusciti in Italia, a trent’anni dalla tragica lotta armata culminata con l’omicidio di Aldo Moro. Gli studenti del liceo Fracastoro hanno esposto su questi temi una loro interessante, per quanto zoppicante, ricerca, ma tutta la tensione nell’aula magna affollata era per il racconto in dialogo tra Agnese, figlia di Aldo Moro, e Franco Bonisoli, che si riconosce responsabile, senza giustificare niente, dei delitti delle Brigate Rosse.

30 marzo 2011 – L’Arena: "Anni di piombo, ferita che sanguina ancora" 

30 marzo 2011 – Corriere di Verona: "La figlia di Moro e l’ex brigatista – L’abbraccio tra vittima e carnefice"

Print Friendly, PDF & Email